Roberto Biasci: "Portoferraio, anziana contrae il batterio New Delhi ma viene rimandata in Rsa senza particolari precauzioni"

Gruppo Lega: "Necessario chiarire i termini della vicenda: nostra interrogazione"

Portoferraio

Condividi

“Siamo rimasti quantomeno interdetti-afferma Roberto Biasci, Consigliere regionale della Lega-nel leggere il racconto fatto dal figlio di un’anziana che, da mesi, è in isolamento in una Rsa elbana dopo aver contratto il batterio “New Delhi”.

“Ovviamente-prosegue il Consigliere-non abbiamo nulla da ridire sul fatto che la donna non possa avere contatti con altre persone, ma quello che ci lascia molto perplessi sono le modalità con cui è stata gestita la delicata situazione.”

“Dal racconto del congiunto-precisa l’esponente leghista-pare, infatti, che non siano state prese le dovute precauzioni, dopo le dimissioni dell’ultraottantenne dall’ospedale, visto che è stato, successivamente, solo il medico di famiglia ad ipotizzare il contagio.”

“Quindi-sottolinea Biasci-per un determinato periodo di tempo, la paziente è stata a stretto contatto con diversi individui, familiari e non, senza, quindi, che la stessa fosse stata posta in quell’isolamento in cui si trova, giustamente, attualmente.” “Insomma-conclude Roberto Biasci-per fare luce sulle effettive dinamiche della questione e per capire se ci sono state eventuali negligenze o eccessiva superficialità, predisporremo un’interrogazione da rivolgere all’Assessore competente.”

Indietro giovedì 3 ottobre 2019 @ 07:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus