All’Istituto Giusti si ripete la Festa della musica

Di Istituto Comprensivo Statale “G. Giusti”

Scuola

Condividi
Foto dell'archivio

Anche quest’anno, l’Istituto Giusti di Campo nell’Elba ha aderito all’iniziativa "Nessun Parli...: musica ed arte oltre la parola”, promossa dal Ministero dell'Istruzione e il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica (Cnapm), presieduto dall’ex ministro Luigi Berlinguer, per valorizzare la musica e le altre arti, anche nella loro declinazione digitale, come elementi centrali della pratica educativa.

Tre i giorni dedicati alla musica, dal 21 al 23 novembre, che hanno interessato i plessi del Comprensivo elbano, dalla Primaria all’Infanzia, dislocati nei comuni di Marina di Campo, Marciana e Marciana Marina; l’orchestra giovanile del Giusti, condotta dal docente Marco Carraro Moda, ha suonato nell’auditorium della scuola, allestito per l’occasione dalla professoressa d’arte, Lucia Taccola, sulle note e le melodie di brani Pop come Il più grande spettacolo dopo il Big Bang, Sarà perché ti amo, Pirati dei Caraibi, When The Saints Go Marching In, Rock around the clock, Yellow submarine e Il re Leone. 

C’è stato inoltre un momento dedicato a S. Cecilia, patrona della musica, preparato da tutte le classi con l’aiuto delle docenti di religione, Gabriella Lapucci e Dalila Casu. Le prime hanno realizzato le coroncine di rose e gigli, simboli del martirio e della verginità di Cecilia e del suo sposo, le seconde hanno rappresentato la scena del matrimonio e della conversione di Valeriano, con il suo battesimo, mentre le terze hanno montato un video utilizzando opere d’arte e simbologia legate alla Santa. 

Durante le tre mattinate ci sono state altre attività dedicate alla musica e condotte da altri docenti; è il caso della stanza di Euterpe del professore Salvatore Aragona, una sala d’ascolto di alta qualità allestita alla Primaria di Campo, dove, venerdì scorso, alunni e maestre hanno ascoltato alcuni brani di Antonio Vivaldi, apprezzando molto l'iniziativa e sperando di ripeterla in altre occasioni durante l'anno scolastico. Nell’aula delle medie, infine, i docenti Intorcia e De Girolamo, hanno suonato e fatto conoscere ai ragazzi il violoncello e il clarinetto, chiudendo con il professore Carraro al piano, su due brani di Paul Hindemith.
 

Indietro venerdì 29 novembre 2019 @ 08:42 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus