Notte brava per quattro giovani elbani. I quattro malviventi dovranno rispondere del reato di furto plurimo aggravato.

Di Comando Compagnia Carabinieri di Portoferraio

Carabinieri

Condividi
Foto di Comando Compagnia Carabinieri Portoferraio

Notte brava quella di quattro giovani elbani, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine che, per concludere la serata in bellezza, lo scorso 28 gennaio hanno deciso di introdursi in un’abitazione sul lungomare di Marina di Campo, dopo aver forzato la porta d’ingresso colpendola ripetutamente con un estintore.

Forse in preda ai fumi dell’alcool, dopo aver procurato ingenti danni, i quattro hanno asportato dall’appartamento un televisore e un decoder per poi allontanarsi a bordo di un’auto, lasciando però sul pavimento le impronte delle loro scarpe evidenziate dalla fuoriuscita della polvere dall’estintore da loro utilizzato.

Le solerti indagini dei Carabinieri della Stazione di Campo Elba, con l’ausilio dei colleghi di Marciana Marina e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portoferraio, hanno consentito di individuare il veicolo usato per la fuga e identificare i quattro malfattori sorpresi nelle proprie abitazioni ancora a dormire, nonché di recuperare la refurtiva che uno di loro teneva in casa.

Non Basta!! Le indagini dei Carabinieri campesi hanno permesso altresì di appurare che, prima di svaligiare l’abitazione in parola, i quattro avevano anche asportato una decina di bottiglie di prosecco di qualità da un bar della centrale piazza Teseo Tesei.

I quattro malviventi dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria labronica, in concorso tra loro, del reato di furto plurimo aggravato, consumato nottetempo e usando violenza sulle cose.

Indietro giovedì 30 gennaio 2020 @ 09:52 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus