Referti su cd, dal 5 febbraio negli ospedali livornesi lo stop “verde e anti-spreco" alla stampa automatica

Di Azienda Usl Toscana nord ovest

Sanità

Condividi

Da mercoledì 5 febbraio in tutti gli ospedali della provincia (Livorno, Cecina, Piombino e Portoferraio) la stampa del cosiddetto “Cd Patient” ovvero il supporto contenente le prestazioni di diagnostica come risonanze magnetiche, Tac o radiografie in formato digitale non sarà più automatica. Per il rilascio sarà necessario farne richiesta al momento della accettazione dell’esame.

La scelta, già adottata in altre strutture, comporterà un notevole abbassamento dell’impatto ambientale e un risparmio dell’utilizzo di risorse pubbliche in quanto un numero consistente di utenti, avendo spesso bisogno del solo referto cartaceo, non ritira il cd che rimane giacente negli archivi fino al momento previsto per lo smaltimento. In questo modo si riducono i materiali da smaltire evitando sprechi per la collettività.

L'utente conserverà il diritto ad avere una prima copia gratuita del cd, sarà sufficiente farne richiesta al momento dell’accettazione, nelle modalità che saranno indicate agli sportelli presenti negli ospedali.

Indietro venerdì 31 gennaio 2020 @ 15:59 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus