Una biblioteca intitolata a Mara Verri

Inaugurata giovedì 30 gennaio nella scuola dell’infanzia di Carpani.

Portoferraio

Foto di Daniele Anichini

Una biblioteca intitolata a Mara Verri è stata inaugurata giovedì 30 gennaio nella scuola dell’infanzia di Carpani.

L’idea è nata dalla stretta collaborazione tra le insegnanti della scuola e il Soroptimist Club International di cui Mara Verri, scomparsa prematuramente un anno fa, è stata socia fondatrice.

Prima della cerimonia la libraia Silvia Boano e “Zia Antonia”, autrice di favole, hanno tenuto un laboratorio di lettura con i piccoli della scuola. Subito dopo, l’inaugurazione della biblioteca, realizzata anche con il contributo di Luca e Cristiana Bartolini, e la scopertura della targa con l’intitolazione a Mara Verri.

Erano presenti il dirigente dell’istituto comprensivo Carlo Maccanti la vicepreside Stefania Signorini, le famiglie Bartolini, Rebua e Verri e le Soroptimist, insieme alla presidente Rossella Celebrini che ha presentato l’iniziativa con commozione ed entusiasmo.

“Un progetto importante – ha commentato Rossella Celebrini – Immaginare che questi bambini potranno avere una loro biblioteca per crescere in consapevolezza e conoscenza per noi è una soddisfazione. Il progetto è nato dalla collaborazione con la scuola, accolto favorevolmente con l’dea di dedicare questo spazio a Mara Verri Rebua, che ha sempre sostenuto l’importanza della conoscenza e dello studio. Ricordarla con un progetto che non si fermerà qua, ma continuerà con altre iniziative è una gioia perché ci permetterà di averla sempre accanto a noi”.

Nel pomeriggio del 30 gennaio, ad un anno dalla scomparsa di Mara Verri, la famiglia e la comunità capoliverese hanno voluto ricordarla con una messa celebrata nella Chiesa di Santa Maria Assunta.
 

Indietro venerdì 31 gennaio 2020 @ 07:47 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus