La lettera che Enrico Poggi il 20 maggio 1859 ha spedito al governatore militare e civile di Portoferraio

Di Marcello Camici

Storia

Condividi
Foto da Marcello Camici - Sito Web Senato

Marcello Camici ha pubblicato su http://Academia.edu una lettera che Enrico Poggi il 20 maggio 1859 ha spedito al governatore militare e civile di Portoferraio. E’ appena stato nominato ministro di Grazia e Giustizia nel governo della Toscana sorto dopo che il granduca asburgo –lorena Leopoldo II è fuggito sotto l’incalzare degli eventi della seconda guerra per l’indipendenza d’ Italia.

Il 14 febbraio pv ricorrono esattamente centotrenta anni dalla morte (14 febbraio 1890) e la pubblicazione di questa lettera vuole essere memoria del giurista e politico dimenticato.

Per le note biografiche di Enrico Poggi si invita a leggere la pagina web del sito Senato della Repubblica http://notes9.senato.it/web/senregno.nsf/8fe5b7e61c3ce806c1256ffc005269fb/8b186e82869f6fb4c12570 690031871d?OpenDocument

E’ una lettera indirizzata alla magistratura, dove il neo ministro fa conoscere “gl'intendimenti e le vedute” che gli serviranno da guida nell’esercizio del ministero.

In essa Poggi esprime come la magistratura possa e debba agire per “ispirare nei cittadini la piena fiducia nella onesta ed imparziale amministrazione della giustizia “ nonostante gli sconvolgimenti politici in atto.

E’ possibile leggere interamente il documento a questo link
https://www.academia.edu/41875537/ENRICO_POGGI_E_LAMMINISTRAZIONE_DELLA_GIUSTIZIA_NEL_RIS ORGIMENTO_ITALIANO

Indietro venerdì 7 febbraio 2020 @ 12:45 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus