Danni economici derivanti da Coronavirus: supporto all'economia locale di BCC Castagneto Carducci

Di Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci

Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci

Condividi

La Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, aderente al Gruppo Cassa Centrale - Credito Cooperativo Italiano condivide insieme a tutte le Banche del Gruppo l’appello delle parti sociali contenuto nel comunicato congiunto del 27.02.2020 a “lavorare insieme per consentire al nostro Paese di superare questa fase” e per poter tornare alle condizioni in cui possa “valutare con equilibrio la situazione per procedere ad una rapida normalizzazione”. La Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci vuole testimoniare la vicinanza ai territori di riferimento e a chi quotidianamente vi opera. Per affrontare e superare il momento di straordinaria difficoltà causato dall’emergenza “Coronavirus”, saranno messe a disposizione misure di sostegno concrete e subito disponibili. Nel dettaglio, sarà infatti possibile richiedere:

- La moratoria integrale (capitale ed interessi) sulle rate dei mutui per 12 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento, per i privati che, in ragione delle limitazioni subite nell’attività lavorativa autonoma svolta o delle limitazioni patite dal datore di lavoro a causa dell’emergenza, incorrano in una riduzione transitoria dei flussi reddituali disponibili;
- La moratoria sulla quota capitale delle rate dei mutui per i 6 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento, per tutte le imprese socie che dimostrino di aver subito un temporaneo sacrificio della loro normale attività per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e dei rapporti di fornitura;
- La proroga fino a 120 giorni degli anticipi import in essere, in caso di mancata ricezione della merce per motivazioni direttamente correlate al Corona Virus;
- La concessione di apposite linee di credito di liquidità con tasso agevolato per le imprese socie operanti nel settore turistico, o ad esse connesse, che abbiano subito un rilevante numero di disdette delle prenotazioni o degli ordinativi.

“Questa iniziativa – dichiara il Direttore Generale Fabrizio Mannari – evidenzia il ruolo della nostra banca, la nostra storia e la missione di sostegno alle comunità locali. L’eccezionalità del momento ci induce a reagire prontamente mettendo a disposizione risorse economiche; una risposta immediata alle situazioni di possibili difficoltà che si potranno generare ai nostri Soci e Clienti”.

Gli interventi di supporto saranno modulati o eventualmente integrati in base alle specifiche esigenze ricercando la soluzione più adeguata.

Le 23 filiali della Banca, dislocate capillarmente da Pisa a Grosseto, sono a disposizione per ulteriori informazioni.

Indietro mercoledì 4 marzo 2020 @ 20:16 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus