Il "Coronavirus" e ... il cappello di Napoleone

Di Claudio De Santi

Coronavirus

Condividi
Foto da Claudio De Santi

L’andamento di un qualsiasi fenomeno può essere rappresentato con uno schema. La curva indica, a titolo schematico, nelle misure verticali intensità del fenomeno e nella linea orizzontale il tempo.

Nel caso del Coronavirus, la verticale rappresenta il numero di contagiati. Se la curva cresce rapidamente e raggiunge un picco molto alto vi sarà un consistente numero di esiti letali. Se invece, attraverso interventi mirati, si riuscisse rallentare la crescita del fenomeno e diluirla nel tempo, il picco raggiunto sarebbe molto più basso con una forte diminuzione degli esiti letali.

Questo andamento, rappresentato nello schema dal colore azzurro, è quello che dovremmo cercare, con i nostri comportamenti, di aiutare. 

Questa curva è molto utilizzata anche in economia. Alcuni studiosi inglesi la chiamano “Napoleon’s hat” perché ricorda il cappello napoleonico e rappresenta l’andamento più positivo e equilibrato di un fenomeno.

Noi elbani dobbiamo impegnarci perché il fenomeno abbia questo andamento, non perché siamo un'isola napoleonica, ma perché è il meno pericoloso.
 

Indietro martedì 10 marzo 2020 @ 09:01 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus