Primo caso di Covid-19 all'Elba. I provvedimenti presi e spiegati durante la diretta Facebook del Sindaco Angelo Zini

Di Comune di Portoferraio

Elba

Angelo Zini

L'obiettivo di questo articolo è di chiarire tutti i punti della diretta del Sindaco Zini svoltasi ieri , domenica 23 Marzo alle ore 16:30, così da rendere comprensibile tutto quello che è stato detto e tutti i provvedimenti che sono stati presi.

- Il concittadino trovato positivo è sottoposto a trattamento periodico presso il presidio ospedaliero di Portoferraio. Nella mattinata di ieri è stato effettuato il tampone poiché presentatosi al checkpoint è stato rilevato il primo sintomo di febbre. Nella serata è stata rilevata la positività al covid-19 e sono iniziate tutte le procedure del caso. In questo momento il paziente, oltre al sintomo rilevato, è in condizioni buone quindi è in trattamento domiciliare.
- Da questa mattina verranno sottoposti a tampone tutti gli operatori sanitari (medici, infermieri, OSS) che operano nel reparto trattamento periodici, nonché la sua compagna. Inoltre anche a tutti gli altri pazienti che eseguono periodicamente il trattamento di dialisi verrà effettuato il test con tampone.
- Sulla scorta di quanto indicato dalla Regione partirà a breve un progetto speciale di screening con test sierologico che riguarderà tutto il personale sanitario dell’intero presidio e il personale delle pubbliche assistenze e di volontariato.
- L’amministrazione interessata, in accordo con l’ASL, ha predisposto la quarantena obbligatoria del nucleo familiare del paziente. Per chi ha avuto contatti sporadici in riferimento alla ricostruzione effettuata viene disposta la quarantena fiduciaria. Questo perché i provvedimenti di quarantena obbligatoria o di sorveglianza attiva vengono messi in atto solo dall’Azienda Sanitaria, la quale comunica alle amministrazioni interessate i provvedimenti emessi. Per chiarezza i provvedimenti vengono emessi per casi positivi, contatti stretti e sospetta positività (in presenza di sintomi). Quindi le amministrazioni possono convenire e attuare le stesse disposizioni oppure disporre provvedimenti di isolamento fiduciario che non sono coercitivi ovvero obbligatori. Tutti questi atti vengono comunque concordati e seguiti di concerto dalle amministrazioni e dall’ASL, la quale verifica ogni casistica prima di emettere eventuali provvedimenti.

Detto questo, esprimiamo ancora una volta la nostra vicinanza e un caloroso e virtuale abbraccio al concittadino e alla sua famiglia nella speranza di una pronta guarigione.
Speriamo di aver risposto a più persone possibili che hanno interagito durante la diretta e vi invitiamo ancora di più a rispettare rigorosamente le indicazioni per prevenire il contagio: stare a casa, uscire solo per andare in farmacia o al supermercato (una o due volte la settimana, un solo membro a famiglia) e di utilizzare tutti gli strumenti di prevenzione come mascherine e guanti.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti nei prossimi giorni.

#IORESTOACASA #RESTIAMOUNITI

Indietro lunedì 23 marzo 2020 @ 09:29 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus