Autorizzazioni e ambiente, iter più snello per chi effettua manutenzione di imbarcazioni

Di Toscana Notizie

Toscana

Condividi
Foto di Toscana Notizie

Si snellisce e si semplifica l'iter per ottenere l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera per quelle imprese che effettuano le manutenzioni di imbarcazioni in aree portuali e spazi adibiti.

Queste aziende da oggi, se in possesso dei requisiti stabiliti e se utilizzano meno di 2500 Kg di solvente all'anno, potranno avvalersi di una apposita modulistica da sottoscrivere in maniera agevole ed ottenere in 45 giorni un'autorizzazione a carattere generale, senza bisogno di attivare le complicate procedure ordinarie che richiedono fino a 4 mesi per avere l'autorizzazione.

“Una notizia che va incontro a chi si occupa di manutenzione di piccole imbarcazioni - ha detto l'assessore Federica Fratoni - con i quali avevamo preso un impegno che oggi con la pubblicazione di questo decreto siamo riusciti a mantenere”.

A seguito di un percorso di concertazione con le associazioni di categoria e con le istituzioni preposte voluto dalla Giunta regionale, sono state individuate (delibera 303 del 9 marzo 2020) nuove categorie e criteri per le attività da assoggettare ad autorizzazione generale ai sensi dell'art. 272 del D.Lgs 152/2006.

Sono così uscite le regole (nel decreto dirigenziale n. 5733 del 22/04/2020) per i cantieri navali che effettuano semplici operazioni di manutenzione.

Il decreto, disponibile presso tutti gli uffici comunali di Asportello unico Attività produttive è consultabile sul sito della Regione Toscana, qui <http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/indexAttiD.xml>

A breve usciranno due decreti di semplificazioni analoghe per chi effettua lavorazioni di materiali lapidei ornamentali, quali marmi, pietre, graniti, etc, per chi effettua attività estrattiva e per chi produce emissioni in atmosfera in conseguenza di una attività di lavorazione inerti. In pratica, se a seguito della presentazione della domanda di adesione non si ricevono notizie negative, l'impresa si deve ritenere autorizzata automaticamente alle emissioni in atmosfera senza attendere un'autorizzazione espressa. 

Indietro domenica 26 aprile 2020 @ 17:31 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus