Unità da diporto con motore in avaria a largo dello Scoglio d'Africa

Di Capitaneria di Porto di Portoferraio

Guardia Costiera

Condividi
Foto dell'archivio

Nel corso della serata di venerdì e più precisamente alle ore 22.15, perveniva presso la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Portoferraio una richiesta di soccorso da parte di due diportisti i quali, a bordo della loro unità con avaria al motore, un natante di circa sette metri, si trovavano alla deriva nelle acque antistanti lo scoglio d’Africa. E’ stata dunque immediatamente inviata sul posto una motovedetta S.A.R. (Search and Rescue) per raggiungere nel minor tempo possibile i due malcapitati, la cui situazione rischiava di peggiorare a causa del calare della notte e l’innalzamento del moto ondoso e della corrente marina. Alle ore 00.20 la Motovedetta della guardia costiera elbana raggiungeva l’unità alla deriva fornendo una prima assistenza per poi scortare la stessa, a lento moto, verso un porto sicuro. Alle ore 00.40 il convoglio intraprendeva la navigazione verso il porticciolo dell’Isola di Pianosa che si rivelava tuttavia non idoneo all’ormeggio per il forte moto ondoso presente in zona. A quel punto, si decideva di scortare l’unità fino al porto di Marina di Campo dove giungeva all’ormeggio in sicurezza alle ore 05.20, senza nessuna conseguenza per le persone a bordo. Sono in corso gli accertamenti di rito da parte della locale Autorità Marittima finalizzati a verificare l’avvenuto rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza della navigazione.

Indietro domenica 17 maggio 2020 @ 08:13 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus