Il Comandante Marittimo Nord in visita all'Isola d'Elba

Di Capitaneria di Porto di Portoferraio

Marina Militare

Foto da Capitaneria di Porto di Portoferraio

L’Ammiraglio di Divisione Giorgio LAZIO, Comandante Marittimo Nord della Marina Militare, con giurisdizione su tutto il Nord Italia e Sardegna, lo scorso 18 giugno ha fatto visita all’isola d’Elba e alla Capitaneria di Porto di Portoferraio.

Accolto dal Comandante del porto e Capo del Compartimento Marittimo di Portoferraio C.F. (CP) Agostino PETRILLO, l’Ammiraglio ha salutato una rappresentanza del personale militare della Capitaneria esprimendo parole di elogio nei confronti della elevata professionalità della Guardia Costiera, rappresentante della Marina Militare su tutto il territorio nazionale.

La visita è proseguita in località Enfola dove, dopo un incontro con il direttore del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, Maurizio Burlando, è stato effettuato un sopralluogo presso le dismesse strutture di difesa costiera ivi dislocate, durante il quale l’Ammiraglio è stato accompagnato dall’architetto Mario Ferrari, studioso delle vicende che hanno interessato l’isola durante l’ultimo drammatico conflitto mondiale.

Rientrato nel capoluogo elbano, dopo un breve incontro conviviale con le massime autorità civili e militari dell’isola, il Comandante Marittimo è stato accolto dal sindaco di Portoferraio, Angelo Zini e, accompagnato da rappresentanti di alcune locali associazioni di appassionati di storia elbana, ha visitato Forte Falcone e Forte Stella, antiche strutture architettoniche militari cittadine, ad oggi importanti testimonianze della presenza sull’isola della Marina Militare Italiana.

La visita si è quindi conclusa con il ritorno in Capitaneria ed il successivo imbarco per il porto di Piombino per il rientro a La Spezia.

Indietro sabato 20 giugno 2020 @ 17:44 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus