Indennità tirocinanti, Grieco: "Ampliata platea destinatari per tutelare soggetti svantaggiati"

Di Toscana Notizie

Toscana

Foto da Toscana Notizie

La Regione Toscana amplia la platea dei destinatari delle indennità a favore dei tirocinanti e dei praticanti i cui tirocini ed i relativi rimborsi spese ed indennità sono state sospese a causa delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria da coronavirus Covid-19. Con una nuova delibera, infatti, la giunta regionale ha approvato gli elementi essenziali per l’emanazione dell’avviso per la concessione della suddetta indennità straordinaria, finanziata dal fondo sociale europeo 2014-20, anche ai tirocinanti e ai praticanti con oltre 30 anni prevedendo altresì la priorità per i soggetti disabili e per i tirocini svolti in aree di crisi e da donne inserite in percorsi di uscita dalla violenza. In precedenza i beneficiari erano giovani di età compresa fra i 18 anni ed i 29 anni (30 anni non compiuti, ndr), inoccupati o disoccupati, che stanno svolgendo o hanno svolto un tirocinio non curriculare o per l’accesso alle professioni ordinistiche in Toscana.

“Oltre 5 milioni sono i fondi messi a disposizione attraverso il fondo sociale europeo. Il fine è quello di garantire l’accesso alle misure straordinarie anche e soprattutto alle persone più svantaggiate per stabilire una pari opportunità a livello sociale”, spiega l’assessora regionale a Lavoro, formazione ed istruzione, Cristina Grieco. “Lo scopo nel complesso è mitigare gli effetti economici negativi derivanti dalla mancata corresponsione di tale rimborsi spese alle tante persone che stanno svolgendo un praticantato o un tirocinio presso studi professionali o imprese artigiane od altro ancora”.

La Regione Toscana destina a questo intervento, per l’esattezza, 5.107.330 euro, che saranno erogati attraverso un apposito avviso pubblico che verrà emesso a breve a favore di tirocinanti e praticanti i cui tirocini sono sospesi per effetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 con l’estensione della possibilità a partecipare anche per i tirocinanti e per i praticanti con oltre 30 anni di età e con una previsione di priorità a favore dei tirocini e dei praticantati svolti da soggetti disabili o in aree di crisi o da donne inserite in percorsi di uscita dalla violenza.

 

Indietro mercoledì 8 luglio 2020 @ 09:29 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus