Area Marina Protetta, le considerazioni di Marcello Camici

Scritto da Marcello Camici

Attualità

Marcello Camici

Leggo sempre con piacere quanto scrive Legambiente, associazione di privati cittadini.

Oggi fa sapere che è convinta che l’AMP si debba fare coinvolgendo chi nel mare ci vive e ci lavora e che è arrivato il momento di darsi un termine, di dire quanto ancora deve durare la discussione su AMP su come farla, non se farla.
La parola chiave oggi sembra essere coinvolgimento.
Come si intende coinvolgere?
Come è stato fatto per la nascita dell’area protetta terrestre, cioè nessun coinvolgimento di chi vive abita e lavora sul territorio oppure in altro modo?
E se in altro modo, quale?
Si intende procedere coinvolgendo chi vive abita e lavora per sapere come fare l’AMP o anche coinvolgendo chi vive abita e lavora per sapere se è favorevole o non favorevole?

Ci può infatti essere chi è favorevole a salvaguardare e tutelare l’ambiente marino con la nascita di AMP e chi non lo è essendo l’AMP solo uno dei modi di proteggere e salvaguardare.

Marcello Camici 

Indietro mercoledì 4 novembre 2020 @ 09:37 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus