Portoferraio: giovane marocchino viola provvedimento cautelare dell’Autorità Giudiziaria di Livorno. Arrestato dai Carabinieri

Scritto da Comando Compagnia Carabinieri di Portoferraio

Portoferraio

Immagine di repertorio

Si tratta del marocchino trentenne Z. S. E. residente a Portoferraio, già tratto in arresto lo scorso mese di agosto a seguito di un’aggressione fisica e verbale proprio ai danni dei Carabinieri, intervenuti su segnalazione perché l’extracomunitario, in palese stato di ubriachezza, permaneva all’interno di un esercizio commerciale privo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, rifiutando di indossarne.

A seguito di reiterate violazioni della misura cautelare dell’obbligo di dimora nella propria abitazione in orario notturno, conseguenza dei fatti di agosto, il GIP del Tribunale di Livorno ha disposto a suo carico la misura gli arresti domiciliari. Le violazioni sono state riscontrate dai militari della Stazione CC di Portoferraio e prontamente segnalate all’Autorità Giudiziaria competente, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e dei soggetti sottoposti a misure, nella particolare situazione emergenziale da Covid-19.

Indietro giovedì 5 novembre 2020 @ 08:14 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus