Quarantena per chi arriva all'Elba dalle zone rosse

La misura è contenuta in una ordinanza firmata da tutti i sindaci

Isola d'elba

La misura è contenuta in una ordinanza firmata da tutti i sindaci. Nell’ordinanza viene disposto che chiunque faccia ingresso nel territorio comunale dopo aver soggiornato nelle Regioni e nelle zone identificate a rischio elevato, in base al Dpcm 3 novembre 2020, deve comunicare tale circostanza mediante autocertificazione specificando il luogo e la data di provenienza, il motivo dell’ingresso e la circostanza di avere o meno il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia in uno dei comuni dell’Isola d’Elba. L’autocertificazione così definita dovrà essere trasmessa via mail agli indirizzi specificati per ciascun comune o recapitata a mano all’ufficio della Polizia Municipale.

Inoltre l'ordinanza prevede che tutte le persone in arrivo dalle zone rosse devono effettuare un periodo di quarantena fiduciaria di 10 giorni a partire dalla data di uscita dai territori sottoposti alle restrizioni o, in alternativa, devono avere un referto negativo al tampone molecolare effettuato al massimo nei tre precedenti l’arrivo sull’isola.

Restano esclusi da questi provvedimenti coloro che sono soggetti a pendolarismo quotidiano per motivi di lavoro, di salute, di studio o di altra urgente necessità non rimandabile, nonché per doveri d’ufficio. 

Indietro venerdì 13 novembre 2020 @ 10:10 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus