Zona rossa, Luciani (Filcams-Cgil): "All'Elba pesanti contraccolpi su turismo e commercio. Fondamentale sostenere i lavoratori"

Scritto da Alessandro Luciani Filcams-Cgil Portoferraio

Isola d'elba

Alessandro Luciani

La decisione del ministro Speranza di mettere in fascia rossa anche la Toscana determinerà gravi ripercussioni su tutto il tessuto occupazionale dell'Isola d'Elba. I contraccolpi più pesanti si avranno nel comparto del commercio e del turismo. Sia chiaro, ridurre i contagi è fondamentale e dobbiamo percorrere tutte le strade per uscire da questo incubo. L'emergenza sanitaria però non deve far dimenticare l'emergenza economica. Il mio pensiero adesso va a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori che sono in difficoltà, così come a tutti i gestori di attività che sono stati costretti ad abbassare la saracinesca a causa della crisi.

C'è bisogno di interventi coordinati urgenti in favore di imprese e lavoratori. Servono interventi concreti e veloci: i “bonus ristori” ad esempio devono essere adeguati alle reali difficoltà che stanno vivendo molte categorie. E' inoltre prioritario sostenere le lavoratrici e i lavoratori che perdono il posto a causa della crisi delle imprese o che comunque vedono ridursi in maniera drastica il proprio orario di lavoro: non possiamo dimenticarci di loro e trattarli come fantasmi. A livello locale è inoltre importante che tutte le parti in campo facciano sistema per cercare di risollevare l'economia elbana. E' da ora che dobbiamo iniziare a progettare le basi per sfruttare al massimo la prossima stagione turistica e per rilanciare il mondo del commercio locale. L'Elba ha tutte le carte in regola per risollevarsi: per raggiungere questo obiettivo è però necessario l'aiuto di tutti.

Alessandro Luciani Filcams-Cgil Portoferraio

Indietro mercoledì 18 novembre 2020 @ 18:35 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus