Pronto soccorso veterinario H24, coinvolgere i liberi professionisti locali a rotazione durante tutto l'anno

Scritto da Renzo Corbelli, veterinario elbano che ormai da anni vive e lavora a Rapallo

Isola d'elba

La questione dei randagi e della loro cura nel territorio elbano si trascina da anni, e sembra non vi sia soluzione. Ho molti dubbi sulla realizzazione, se ho ben capito, di una struttura veterinaria funzionante 24h: troppi i problemi finanziari, logistici e di organizzazione del lavoro. Mi permetto allora di ribadire una possibile soluzione da me già illustrata qualche anno fa in una lettera (Articolo). Coinvolgere i liberi professionisti locali disponibili che svolgerebbero la loro opera nei propri studi, con un servizio di reperibilità 24h per una settimana a rotazione durante tutto l'anno. Un ruolo importante di supervisione e coordinamento con le amministrazioni spetta alla ASL veterinaria locale. La spesa, a prezzi concordati e ribassati rispetto alla norma, a carico del Comune all'interno del quale viene recuperato l'animale. Poi questo verrà reimmesso nel territorio. Ci sono poi gli aspetti pratici legati direttamente alla cattura e al periodo eventuale di cura e convalescenza post prestazione veterinaria (figura e ruolo di chi deve essere autorizzato - canile/gattile). Per ulteriori chiarimenti e approfondimenti, chi fosse interessato può contattare la ASL 4 Chiavarese.

Renzo Corbelli

Indietro domenica 10 gennaio 2021 @ 18:46 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus